0 0

Condividi sul tuo social network:

Oppure si può copiare e condividere questo URL

Ingredienti

250 g farina 00
250 g farina manitoba
125 ml latte
25 g lievito di birra
1 pizzico sale
50 g burro a temperatura ambiente
50 g zucchero
1 buccia di limone grattugiata
500 ml olio di arachide per friggere
q.b. zucchero semolato per guarnire

Graffette senza patate

Caratteristiche:
  • Vegetariano
Cucina:
  • Medio

La ricetta delle graffette senza patate, è una ricetta che mi ha tramandato mia mamma ed è la versione più semplice  e veloce di quella che prevede anche l’utilizzo delle patate.
È quella che in casa mia viene utilizzata più spesso perché da la possibilità in un paio d’ore di avere delle calde e morbide graffette che accontenteranno grandi e piccini.
Pur essendo un dolce tipico del periodo del carnevale, possono essere preparate e consumate abitualmente tutto l’anno.
Io le preparo spesso la domenica pomeriggio, quando dopo un pranzo abbondante ti manca sempre quel dolce che non sei riuscita a preparare in tempo.

Provate anche le graffette con le patate!

Preparazione

1
Fatto

Scaldate leggermente il latte e scioglietevi il lievito con un cucchiaino di zucchero
Setacciate le farine in una ciotola, versate al centro il latte e mescolate con un cucchiaio, unite il sale, lo zucchero e iniziate ad impastare con le mani, dopo qualche minuto aggiungete il burro ammorbidito a temperatura ambiente, la scorza di limone grattugiata e lavorate il composto fino a quando non si staccherà dalle pareti della ciotola,

2
Fatto

Versate l’impasto sulla spianatoia infarinata e lavoratelo, sbattendolo e ripiegandolo più volte, fino a quando non sarà diventato elastico.
Mettetelo in una ciotola, coprite con la pellicola e lasciate lievitare per almeno due ore, o fino a quando non sarà raddoppiato di volume.

3
Fatto

Prendete l'impasto lievitato e rovesciatelo nuovamente sulla spianatoia , lavoratelo leggermente e dividetelo in tanti piccoli pezzetti, ricavate dei rotolini e dategli la forma tipica delle graffette.
Copritele con un canovaccio e lasciatele nuovamente lievitare.

4
Fatto

Dopo circa un’ora versate l’olio in una padella dai bordi alti, portate a temperatura e friggete poche graffette alla volta, rigirandole spesso fino a doratura, asciugatele su carta assorbente da cucina e passatele ancora calde nello zucchero semolato.

Aggiungi il tuo commento

Biscotti ai fiocchi d'avena
precedente
Biscotti ai fiocchi d’avena
Tagliatelle radicchio e speck
successiva
Tagliatelle radicchio e speck